spec podologia new

Il servizio dell'Ambulatorio di Podologia del Centro Diagnostico San Nicola spazia dal trattamento delle callosità alle medicazioni avanzate del piede diabetico e vascolare.
Interviene in casi di unghie incarnite e realizza apparecchi per la correzione ungueale o ortonissie. Realizza plantari per correggere posture e cammino dolorosi e ortesi in silicone atte ad alleviare situazioni di dolore come ad esempio nelle dita a martello o griffe.
Effettua inoltre visite cliniche del piede per individuare le alterazioni funzionali, le zone di sovraccarico e i difetti di postura e di deambulazione. Il podologo svolge anche un ruolo di prevenzione e di informazione nei confronti di quei pazienti che soffrono di patologie dismetaboliche come il diabete e agisce in concerto con il medico curante.


La podologia è l’arte sanitaria che studia, previene e cura i problemi del piede.

Al podologo sono attribuiti i seguenti compiti, secondo D.M.666 del 14/09/1994
La figura professionale del podologo è individuata con il seguente profilo: il podologo è l’operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante, tratta direttamente, nel rispetto della normativa vigente, dopo l’esame obiettivo del piede, con metodi incruenti, ortesici ed idromassoterapici, le callosità, le unghie ipertrofiche, deformi e incarnite, nonché il piede doloroso.


Il podologo, su prescrizione medica, previene e svolge la medicazione delle ulcerazioni, delle verruche del piede e comunque assiste anche ai fini dell’educazione sanitaria i soggetti portatori di malattie a rischio.
Il podologo individua e segnala al medico le sospette condizioni patologiche che richiedono un approfondimento diagnostico o un intervento terapeutico.


Patologie:

PIEDE DIABETICO
Si definisce piede diabetico un insieme di patologie quali la neuropatia periferica, la vasculopatia con ischemia e l’arteriopatia degli arti inferiori che compromettono la funzione o la struttura del piede.
Per chi soffre di piede diabetico è molto importante evitare che i piedi subiscano dei traumi con conseguenti lesioni o ulcere . Infatti queste possono non essere avvertite e, se trascurate, possono cicatrizzarsi lentamente o degenerare in infezioni difficili da curare, tanto che, per risolverle, talvolta può essere necessario l’intervento chirurgico.
Come agisce il podologo
Il podologo anzitutto valuta le anomalie cutanee , le deformità del piede,l’alterata sensibilità , i possibili difetti d’appoggio , le ipercheratosi e gli eventuali danni provocati da calzature non idonee.
Fondamentale è poi un taglio corretto delle unghie che, se non fatto da un professionista, può presentare dei rischi.
È compito del podologo trattare le callosità, realizzare delle ortesi di silicone per proteggere la cute o dei plantari per migliorare l’appoggio del piede ed evitare zone di sovraccarico che possono danneggiare le estremità.
Nel caso in cui siano già presenti ulcere cutanee, il podologo effettuerà dellemedicazioni avanzate per favorire la cicatrizzazione della ferita. Ovviamente l’intervento deve essere eseguito in concerto con il medico curante.

------------------------------
TILOMI PLANTARI
Ipercheratosi,calli,duroni e occhi di pernice
Per tilomi plantari intendiamo un ispessimento cutaneo frequente nei punti di maggior appoggio o sfregamento del piede.
Come agisce il podologo
In questi casi il trattamento podologico consiste nell’ asportazione dell’eccesso cheratosico con una successiva medicazione atta a proteggere la zona dolente.
Il podologo inoltre non si limiterà alla sola asportazione, ma l’obiettivo principale è quello di riportare alla norma, per quanto possibile, la cute. Questo si realizza intervenendo sulle cause che hanno provocato la formazione dell’ipercheratosi.
Questo può avvenire consigliando al paziente l’utilizzo di calzature adatte, plantari o ortesi digitali, tutte con lo scopo di diminuire o eliminare il conflitto che ha causato la callosità.

-----------------------------

DITA A MARTELLO
Con dita a martello si intende una deformità molto frequente, nella quale il dito si presenta flesso a livello dell’articolazione interfalangea prossimale ed iperesteso alla metatarso-falangea).
Come agisce il podologo
L’intervento podologico in caso di dita a martello consiste nel realizzare delle ortesi digitali in silicone.
Le ortesi digitali in silicone sono utili al podologo perché permettono di modellare sul piede la pasta siliconica che serve per proteggere e correggere le deformità del piede.

Prestazioni:

  • Visita specialistica podologica
  • Valutazione clinica del piede
  • Taglio unghie
  • Medicazioni
  • Valutazione biomeccanica del piede
  • Esame podologico del piede diabetico
  • Trattamento verruche
  • Trattamento unghia incarnita
  • Trattamento micosi

 spec podologia2

Le visite vengono effettuate presso:

Centro Diagnostico San Nicola sede di Tradate
Visite in regime di solvenza

Centro Diagnostico San Nicola sede di Varese
Visite in regime di solvenza

Centro Diagnostico San Nicola sede di Castellanza
Visite in regime di solvenza

Centro Diagnostico San Nicola di Jerago con Orago
Visite in regime di solvenza

 

 

 

Tradate


Via Gorizia n. 42 – Tradate (VA)
Tel. 0331.815411
Fax 0331.810301
E-mail: cd@cdsannicola.it

 

Varese


P.zza Monte Grappa n. 12 – Varese (VA)
Tel. 0332.285997
Fax: 0332.289175
E-mail: montegrappa@cdsannicola.it

Castellanza


Via Garibaldi n. 29 – 21053 Castellanza (VA)
Tel. 0331.182781
Fax 0331.1820170
E-mail: castellanza@cdsannicola.it

Jerago Con Orago


Via Moncucco n. 15 – 21040 Jerago con Orago
Tel. 0331.735939
Fax: 0331. 219709
E-mail: jeragoconorago@cdsannicola.it

Creato da ITMEDIANET

JoomShaper