Responsabile del Centro di Fertilità e dell'attività di PMA (Procreazione Medicalmente Assisitita) Dr.ssa Paola Porretti, Medico Chirurgo Specialista in Ginecologia ed OstetriciaPMA SANNICOLA 2

 

L'unità locale di Castellanza del Centro Diagnostico San Nicola Poliambulatorio srl è iscritta nel Registro Nazionale di Procreazione Medicalmente Assistita dell'Istituto Superiore di Sanità quale Centro autorizzato per l'attività di Procreazione Medicalmente Assistita di Primo Livello (numero iscrizione Istituto Superiore di Sanità 030094).


Nell'ambito di questa attività è possibile eseguire le seguenti prestazioni :
- Inseminazione Intrauterina (IUI),  Responsabile Dr.ssa PAOLA PORRETTI, Medico Chirurgo Spec. in Ginecologia ed Ostetricia
- Esami di laboratorio volti alla valutazione ed allo studio della Fertilità Maschile - Responsabile Dott.ssa ALESSIA BETTACCINI, Biologa

-------------------------------------------------------------------------------------

Inseminazione Intrauterina (IUI)

L'inseminazione intrauterina (IUI) è una delle metodiche più semplici di fecondazione assistita ed è la tecnica che maggiormente rispetta le tappe dei processi della riproduzione.

Consiste nell’ introduzione nell’utero mediante sottile catetere, degli spermatozoi del partner preventivamente preparati, nel giorno dell’ovulazione della donna.
L’incontro degli spermatozoi con l’oocita e la fecondazione avvengono quindi normalmente nell’ apparato genitale femminile.


1. Quali coppie possono trarre beneficio dell'inseminazione intrauterina?

- Coppie con problemi di infertilità di causa sconosciuta
- Coppie con problemi di infertilità maschile di medio grado


2. Quali sono gli scopi che la tecnica si prefigge?

- Avere più oociti fertilizzabili
- Inseminare gli spermatozoi più mobili
- Avvicinare i gameti maschili e femminili nel momento dell‘ovulazione


3. Come avviene la procedura di inseminazione?

- Blando trattamento farmacologico per indurre l’ovulazione con lo scopo di assicurare l’ovulazione e permettere una buona temporizzazione dell’inseminazione.
- Monitoraggio ecografico transvaginale
- Trattamento del seme
- Inseminazione


4. Rischi del trattamento

- Iperstimolazione. A volte i farmaci usati per indurre la superovulazione possono provocare lo sviluppo di un eccessivo numero di follicoli con aumento del volume delle ovaie, dolori addominali, aumento di peso.
Ciò accade raramente nei cicli di inseminazione in quanto la qualità e soprattutto il dosaggio dei farmaci usati per questa procedura, tendono ad una superovulazione controllata, tale da determinare di rado un’iperstimolazione ovarica. Il monitoraggio ecografico giornaliero consente comunque anche in questi casi di sospendere il trattamento.
- Gravidanze multiple


5. Variabili che influenzano le percentuali di successo della IUI

Le percentuali di successo dopo IUI variano notevolmente in relazione:
- all'età della donna (dal 5% al 20%)
- al numero di anni di infertilità della coppia
- alla causa dell'infertilità
- al numero e qualità degli spermatozoi mobili recuperati
Si è calcolato che, eseguendo un’inseminazione in un ciclo con ovulazione indotta, le probabilità di concepimento proprie della coppia aumentano di 5 volte.

 PMA FERTILITA MASCHILE

Ambulatorio per la valutazione della Fertilità Maschile

Responsabile: Dott.ssa Bettaccini Alessia, Biologa

 

L'Orologio Biologico esiste anche per l'uomo. Quando si parla di fertilità non sono solo le donne ad avere problemi con l'avanzare dell'età.Anche la capacità riproduttiva maschile diminuisce con il passare degli anni. Oltre ad una progressiva riduzione di tutti i parametri di fertilità si accumulano a livello dello sperma mutazioni genetiche che rendono più difficoltosa la ricerca di un figlio.

La fertilità maschile pur essendo più longeva rispetto a quella femminile, è influenzata negativamente da fattori esterni ed interni: infezioni trascurate (perchè spesso asintomatiche nell'uomo), iperestrogenismo alimentare e ambientale, fumo, stress.

Una volta (20/25 anni fa) in caso di infertilità di coppia ci si concentrava prettamente sullo stato di salute riproduttiva della donna, oggi, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, le cause sono distribuite equamente tra i due sessi, mentre esiste ancora un 10% che si definisce idiopatico, ossia senza nessuna causa apparente.

Da qui nasce l'importanza, di fronte ad un problema di fertilità di coppia, di un'indagine approfondita sullo stato di salute riproduttiva dell'uomo.

 

Nell’ambito delle prestazioni autorizzate per l'attività di Procreazione Medicalmente Assistita rientrano anche quelle dell' Ambulatorio per lo studio della Fertilità Maschile in cui è possibile eseguire esami specifici finalizzati alla valutazione della fertilità maschile.


Prestazioni eseguibili presso l'ambulatorio della Fertilità Maschile di Castellanza:


- SPERMIOGRAMMA
Consente di avere un primo "quadro di base" valutando la concentrazione, la motilità, la vitalità e la forma degli spermatozoi


- TEST DI CAPACITAZIONE
Il Test di capacitazione consiste nel selezionare gli spermatozoi con migliore mobilità mediante l'eliminazione del plasma seminale, degli spermatozoi immobili e di quelli legati a cellule o detriti.

Il paziente deve osservare un'astinenza di 2-5 giorni, non deve aver avuto la febbre e non deve aver preso antibiotici nei 15 giorni precedenti l'esame.
Una volta raccolto il campione viene incubato per 15' ad una  temperatura compresa tra i 20°C e i 37°C al fine di ottenere una liquefazione completa. Trascorso questo lasso di tempo è possibile procedere alla valutazione del seme studiandone il volume, la concentrazione, la motilità e la morfologia.


- TEST DI VITALITA’ ALL’EOSINA


- TEST DI OSSIDAZIONE


- TEST DI FRAMMENTAZIONE DEL DNA SPERMATICO
Il test di frammentazione del DNA spermatico permette di evidenziare rotture o lesioni del materiale genetico dello spermatozoo; uno spermatozoo che presenti DNA frammentato con rotture anche parziali delle sue catene non può fertilizzare , o se riesce a farlo , origina embrioni non vitali che difficilmente attecchiscono e danno origine ad aborti precoci.

Questo test è  un complemento importante allo spermiogramma poiché permette di valutare la capacità fecondante degli spermatozoi e tramite l'interpretazione dei risultati può essere d'aiuto per definire un corretto programma terapeutico.


- MAR TEST (test al lattice per la determinazione di anticorpi antisperma con il metodo di MAR, Mixed Agglutination Reaction, per valutazione infertilità immunologica maschile)


- SPERMIOCOLTURA
Permette di verificare la presenza di germi patogeni nel liquido seminale (un'infezione trascurata e non curata può anche condurre alla sterilità)


- TAMPONE URETRALE


- RICERCA DI SPERMATOZOI NELLE URINE POST-EIACULAZIONE (per valutazione eiaculazione retrograda)

Per accedere alle prestazioni dell’Ambulatorio per lo studio della fertilità maschile è necessaria la prenotazione che può essere effettuata presso la reception del Centro in orari di apertura oppure telefonicamente al numero 0331.182781.
Tutte le prestazione sono erogate in regime di solvenza.

 PMA SANNICOLA

 

 

Tradate


Via Gorizia n. 42 – Tradate (VA)
Tel. 0331.815411
Fax 0331.810301
E-mail: cd@cdsannicola.it

 

Varese


P.zza Monte Grappa n. 12 – Varese (VA)
Tel. 0332.285997
Fax: 0332.289175
E-mail: montegrappa@cdsannicola.it

Castellanza


Via Garibaldi n. 29 – 21053 Castellanza (VA)
Tel. 0331.182781
Fax 0331.1820170
E-mail: castellanza@cdsannicola.it

Jerago Con Orago


Via Moncucco n. 15 – 21040 Jerago con Orago
Tel. 0331.735939
Fax: 0331. 219709
E-mail: jeragoconorago@cdsannicola.it

Creato da ITMEDIANET

JoomShaper